APOLLONI: “QUESTA È LA PRIMA TAPPA PER DARE UNA SPINTA AL CAMPIONATO”

Al termine dell’ultima rifinitura, Gigi Apolloni ha incontrato come di consueto i giornalisti nella sala stampa del Centro Sportivo di Collecchio.

Ecco le parole del tecnico crociato durante la conferenza stampa della vigilia:

Andiamo per tappe, questa è la prima, anche perchè tre gare insieme non possiamo farle. Affronteremo un avversario del quale dobbiamo avere rispetto, ho visto anche che ha fatto bene, vincendo contro il Mezzolara. È una squadra ordinata, fanno bene la fase difensiva e poi hanno giocatori di gamba, veloci, bravi nel contropiede. Dovremo essere bravi a mantenere la distanza tra i reparti, e cercare di evitare di venire presi in ripartenza, contando anche che hanno la spensieratezza dopo la vittoria di domenica scorsa. Turnover? Sicuramente, sto facendo delle valutazioni. Giorgino e Saporetti sono a posto, arzi-apolloniRicci, Messina e Miglietta sono invece fermi per degli acciacchi, Miglietta e Messina spero di averli per la gara contro il Legnago. Se ci sono premi per la vittoria? No, i premi non si possono dare nel calcio dilettantistico, non so cos’abbia detto Scala, non ero presente, ma non saprei rispondere. Scala è venuto anche altre volte a salutarci e a stimolarci. I quattro over in attacco? Sto valutando anche quest’ipotesi, il pensiero è quello di vedere anche l’opportunità di giocare con quattro over davanti. Musetti e Guazzo? L’intesa sta crescendo, sono due giocatori di qualità e intelligenti, c’è anche questa possibilità. Abbiamo tanti giocatori di valore, è anche giusto impiegarli per valorizzare la squadra. Sono dell’idea che quando hai delle cartucce devi spararle. Quando sei sotto pressione a volte tiri fuori il meglio di te stesso. Sereni terzino? Potrebbe essere un’opzione, si applica moltissimo, sa fare entrambe le fasi, potrebbe anche essere un’ipotesi. Sono delle idee che mi sto facendo attraverso quello che vedo in campo, perchè essendo un campionato lungo devo trovare delle alternative. La questione San Marino? A me del San Marino in questo momento non me ne frega niente, scusate il termine, io penso alla gara di domani. Sono questioni che riguardano la società, io non ho dato nessun consiglio alla società. Il nostro desiderio è quello di giocare la domenica, come gli altri. Questa però è una questione della società. La mia mente, come quella della squadra, dev’essere proiettata alla gara di domani. Con le prossime tre gare potremmo, se anche le altre dovessero perdere colpi, dare una spinta, ma dobbiamo pensare alla gara di domani, perchè si inizia da lì. Mancherà Zommers contro Legnago e San Marino? Fall sta crescendo, si sta inserendo in un contesto particolare, innanzitutto per la lingua e poi perchè sta conoscendo i compagni. Perdiamo un pezzo importante ma ne abbiamo un altro da utilizzare, perchè Fall ha delle qualità. Quando hai a che fare con ragazzi che hanno voglia di migliorarsi, e quelli meno giovani danno agli altri l’opportunità di crescere, perchè hanno esperienza, questo permette ai giovani di crescere, senza dubbio”.