APOLLONI IL PERFEZIONISTA: “SI, SONO SODDISFATTO DELLA PRESTAZIONE, MA…” – VIDEO

È soddisfatto della prestazione, e quello era inevitabile dopo questo 3-0 con il quale il Parma ha battuto l’ArziChiampo. Gigi Apolloni però ha davvero riazzerato tutto, ripartendo di fatto come se questo girone di ritorno fosse un nuovo campionato, ed è tornato il perfezionista di inizio stagione. Un modo per non far sedere sugli allori i suoi, che dopo un 3-0 come questo hanno dato un altro, l’ennesimo, segnale al campionato. Concentrazione alta, dunque, su tutti gli aspetti in cui i crociati possono migliorare.

Ecco il video e la trascrizione delle parole del tecnico crociato:

L’atteggiamento è stato quello giusto in alcuni momenti. Sono soddisfatto del risultato e di alcuni momenti, di altri meno perchè dobbiamo essere più bravi a leggere alcune situazioni. In alcuni momenti ci siamo allungati, e questo non possiamo permettercelo. Ci siamo allungati con i nostri attaccanti che andavano a pressare, con i nostri difensori e centrocampisti che non accorciavano. Chiaramente non è stato fatto sempre, ci sono stati dei momenti. Non possiamo però dare agli avversari l’opportunità di prendere coraggio, perchè poi oggi c’era una signora squadra come l’ArziChiampo che sta facendo bene. Dobbiamo essere più attivi e quando decidiamo di attaccare e pressare in avanti dobbiamo farlo tutti assieme. Il mancato cinismo in alcune occasioni? Il cinismo della squadra può essere totale, in alcuni momenti, ed in altri vanifichiamo il lavoro perchè manca la cattiveria giusta per arzichiampo-evidenzafinalizzare. Lanciato un segnale forte? Quello che ho detto sempre è che siamo in costruzione, ed ogni gara è un tassellino che dobbiamo mettere e cementarlo bene. Dobbiamo lavorare sulle cose fatte bene, e dobbiamo lavorare su quelle che facciamo meno bene. È una crescita che avviene come squadra, non singolarmente, anche i singoli devono lavorare per migliorare. E poi mi metterò al lavoro, perchè non è possibile che sbagliamo dei falli laterali e prendiamo dei controfalli, è già la quarta volta che succede. Questo non esiste nel calcio, non possiamo permetterci di regalare il pallone così. Dobbiamo lavorare anche su questi particolari. Abbiamo rischiato anche poco, oggi, perchè loro non hanno tirato in porta quasi mai. Alcune sbavature magari sono dettate dal campo, o da qualcuno che non si aspetta una palla giocata in un certo modo. Ci può stare, la prestazione c’è stata, il risultato poi parla da sè, quindi comunque sono particolarmente soddisfatto. Il vantaggio sull’AltoVicentino? Noi guardiamo in casa nostra, non in casa della seconda o della terza. Guardo il Parma, che i problemi al massimo se li può creare da solo, perchè altrimenti se gioca in un determinato modo, come oggi, può fare bene. Guazzo e Benassi stanno lavorando bene, hanno lavorato anche oggi, ora vedremo se riusciranno ad inserirsi con il resto del gruppo in settimana. Longobardi ha una visita di controllo, e faremo una valutazione, Mousa Balla ha un esame radiografico per valutare se questa microfrattura è stata riassorbita, e Traykov sta facendo un percorso particolare dopo la ricaduta contro il TuttoCuoio.  Mi preoccupa Lauria, che non è al 100% per un problema che ha avuto nell’ultima gara di campionato fatta prima di Natale. Sereni dal 1′? È stata una scelta dettata da ciò che ho visto in settimana, al di là di Lauria che non era al 100%. Marcello sta facendo bene, anche contro il TuttoCuoio ha fatto molto bene, come oggi, ma è chiaro che io da lui voglio più cattiveria, più decisione nel fare le cose perchè lui ha le qualità per fare bene, dev’essere più abile a concretizzare la cose che fa bene. I quattro davanti muovendosi non danno punti di riferimento agli avversari, e le loro qualità vengono sfruttate e non danno punti di riferimento. Siamo tornati a non subire nessun gol? Diciamo che abbiamo finito di fare regali… Visto che c’era il Natale abbiamo fatto un po’ di regali… Natale, poi c’era anche Santa Lucia… La sfida Cacioli-Trinchieri? È stata una bella sfida, mi ha fatto tornare indietro di qualche anno quando ero io al posto suo in campo… Luca è stato bravo, come tutta la squadra. L’ArziChiampo sfrutta molto le palle giocate su Trinchieri e poi gioca tra le linee con Fracaro. La squadra è stata brava in alcuni momenti a non farli giocare tra le linee. Dobbiamo essere più continui e continuare ad essere squadra”.