APOLLONI: “OCCHIO A CASIRAGHI E FERRETTI, MA NOI VOGLIAMO DARE CONTINUITA’ AL NOSTRO PERCORSO”

Rifinitura mattutina per i crociati, che continuano a preparare la sfida di domani contro il Gubbio. Lucarelli e compagni sono scesi in campo questa mattina, ma la seduta d’allenamento è stata preceduta dalla conferenza stampa della vigilia di Gigi Apolloni.

Ecco le parole del tecnico crociato:

Tutte le gare non sono semplici. Il Gubbio fuori casa ha fatto 4 vittorie ed un pareggio. Noi dovremo continuare il nostro percorso, la nostra serie, dando continuità ai risultati attraverso il miglioramento del gioco e della prestazione. Anche il Parma ha fatto più punti in trasferta? Giocare contro squadre chiuse e che non ti permettono di avere quelle opportunità che hai fuori casa di sicuro influisce, ma noi abbiamo la gubbio-apollonipossibilità ed il dovere di dare un’espressione di gioco migliore, cercando di non togliere quegli equilibri fondamentali, perchè se non sei equilibrato si liberano degli spazi che l’avversario può attaccare. Il Gubbio ha dei buoni giocatori, molto aggressivi, rapidi. È una squadra che cerca di attaccare in avanti cercando di non far giocare la squadra avversaria, ed è molto brava anche nelle ripartenze. Fa un 4-3-1-2 con Casiraghi dietro alle due punte, con Ferretti che sicuramente è il giocatore che può creare maggiori problemi. Gli assenti del Parma? Benassi, Mastaj ed Agostinho. Su quest’ultimo stiamo attendendo una verifica circa le sue condizioni, e c’è ancora quel problema burocratico con il Barcellona che dev’essere ancora chiarito. Il Gubbio ha cambiato diversi elementi, perchè rispetto alla gara della Poule Scudetto ci sono diversi giocatori nuovi. Per questo sarà completamente un’altra partita. Sono soddisfatto dei miglioramenti di alcuni, che stanno trovando la condizione. L’approccio alle gare? Alle volte siamo partiti bene, altri meno bene finendo però alla grande. Miglietta? Sta bene, si sta allenando, è a disposizione come gli altri. Nelle ultime gare sto cercando di dare solidità a imola-apollonicentrocampo, ma non significa che gli altri vengano esclusi. Le mie valutazioni non sono dettate da una singola cosa, ma dagli equilibri, dalle condizioni, da tanti aspetti. I ragazzi stanno lavorando bene, la cosa che mi dispiace è che non sempre riescono ad esprimersi al meglio durante le partite. In alcuni momenti non abbiamo dato continuità alle giocate che abbiamo fatto. Perchè abbiamo scartato Casiraghi dopo il provino? Perchè lui è un buon giocatore, ma in quel momento avevamo altri giocatori molto più adatti”.