APOLLONI: “NON C’È STATA LA PRESTAZIONE, I TIFOSI HANNO IL DIRITTO DI FISCHIARE. DOBBIAMO RIPARTIRE DAL LAVORO” – VIDEO

Al termine dell’incontro, dopo Corapi e Scavone, anche Gigi Apolloni si è presentato in sala stampa per commentare la gara persa contro la FeralpiSalò.

Ecco il video e la trascrizione delle parole del tecnico crociato:

Oggi non c’è stata la prestazione. Eravamo riusciti a rimediarla, ma abbiamo preso gol subito. Abbiamo fatto tanti cross sbagliati, provando con i lanci a sfruttare le qualità aeree degli attaccanti, ma se non sei preciso come al solito fai fatica. Soprattutto all’inizio l’approccio non è stato giusto, ed è una cosa negativa. Poi quando abbiamo fatto girare il pallone abbiamo creato dei problemi agli avversari, ma abbiamo fatto troppo poco. La FeralpiSalò ha preso coraggio, ha fatto gol su una ripartenza, peccato perchè eravamo riusciti a metterla in sesto, ma prendendo un gol così, l’impegno non è mancato ma la prestazione non c’è stata. Oggi è stato negativo tutto, anche il fatto di non saper gestire una situazione solo pensando a giocare. Ci siamo fatti innervosire dal fatto che il portiere perdeva tempo, dal fatto che feralpi-evidenzal’arbitro ha preso decisioni discutibili, ma non metto in discussione questo, abbiamo fatto troppo poco per rimediare. Se mancano kg e centimetri a centrocampo? In altre gare quest’altezza non è mancata. Quando manca la prestazione diventa tutto più difficile. Ora bisogna lavorare sotto l’aspetto caratteriale. Altre volte dopo aver preso gli schiaffi abbiamo reagito, oggi l’abbiamo fatto nella maniera sbagliata. Quando non c’è la prestazione da parte di tutta la squadra diventa difficile, anche in manovra. Abbiamo giocatori di qualità, oggi si è visto pochissimo. Nei momenti in cui attraverso una giocata del singolo giocatore o attraverso un cross potevamo diventare pericolosi, non siamo stati cattivi nel volerlo. Cosa ci siamo detti negli spogliatoi al termine della gara? C’era amarezza, delusione per non aver fatto le cose che abbiamo provato. I ragazzi in settimana hanno lavorato bene, in modo intenso e partecipe. Questo fa riflettere, perchè se poi la prestazione è questa diventa difficile in questo momento, bisogna reagire ed avere un altro approccio. Abbiamo giocatori che hanno queste qualità, e non possiamo prendere un gol come quelli di oggi. L’unica cosa che serve è il lavoro. Questa gara qui ormai è andata, c’è l’amarezza ma dobbiamo pensare alla prossima. Se non ci siamo calati ancora in questa realtà? Nella partita di oggi è vero, ma nelle altre gare la reazione c’è stata, abbiamo anche ribaltato risultati. Quando non c’è la prestazione da parte di tutti perdi le gare. I fischi? Questo fa parte del gioco, il calcio ha le sue regole e questa è una regola. La gente ha il diritto di criticare e di fischiare. Da dove si riparte? Dal lavoro. L’unica arma che abbiamo è questa. Chiaramente con la convinzione di avere dei giocatori bravi che devono mettersi a disposizione uno dell’altro”.