APOLLONI: “NON BELLISSIMI NELLA MANOVRA, MA CON LA VOGLIA DI VINCERE GIOCANDO DA SQUADRA” – VIDEO

Ha preparato la gara alla perfezione, compiendo scelte forse inattese ma che hanno di fatto deciso l’incontro. Non può che essere soddisfatto, Gigi Apolloni, dopo il 3-0 con il quale il Parma ha espugnato Rovigo mettendo di fatto uno dei primi sigilli (ma ne mancano ancora molti altri) sul campionato in corso.

Ecco il video e la trascrizione delle parole del Mister crociato:

Abbiamo curato di più i particolari oggi, il Delta è una buona squadra, non dà punti di riferimento, Pera è molto bravo a saltare le marcature, gli esterni vengono dentro e gli interni di centrocampo sono bravi ad attaccare la profondità. I ragazzi hanno avuto l’atteggiamento giusto, e hanno fatto vedere uno spirito importantissimo, pur non essendo bellissimi nella manovra, ma hanno messo in campo la voglia di vincere giocando di squadra. Il Parma ha saputo aspettare e colpire? Abbiamo anche le qualità per fare questo, di modificare apolloni-post-deltal’atteggiamento che non dev’essere mai rinunciatario, ma sapevamo che dando spazi in profondità al Delta avremmo avuto dei problemi. La difesa è stata molto brava. Mi sono complimentato con lo staff, perchè mi fanno vedere i loro punti di vista che poi confronto con i miei, e c’è stata una sorta di illuminazione vedendo alcune cose, e le scelte che ho fatto sono state basate anche su alcune caratteristiche degli avversari. Sono contento per i ragazzi che poi sono entrati, come Yves che è un giocatore straordinario, che ha fatto gol e sono contento per lui perchè vive per segnare. Anche Sereni e Rodriguez hanno fatto bene. Simonetti era alla prima partita e ha messo in mostra intelligenza tattica e qualità. Benassi non è una novità, Saporetti ha fatto una buona partita, ma quello che mi è piaciuto è stato lo spirito della squadra. Hanno capito che se si gioca come squadra, mettendosi a disposizione dei propri compagni, si aggiungono dei valori importanti. Guazzo? In questo periodo dopo l’espulsione era molto amareggiato e deluso. Ha lavorato, si è sempre allenato al massimo e con l’atteggiamento giusto. Deve continuare così. Ha sbagliato nell’esultanza, penso che abbia chiesto scusa e la cosa è chiusa, ma non deve farsi condizionare dalle critiche esterne, perchè lui è pagato per dare tutto in campo, e tutto ciò che arriva da fuori va messo da parte”.