APOLLONI: “NESSUNA PRESUNZIONE, L’ATTEGGIAMENTO DEVE RESTARE LO STESSO DI SEMPRE”

Al termine della rifinitura della vigilia, Gigi Apolloni ha varcato la soglia della sala stampa di Collecchio per analizzare con i giornalisti la gara di domani e lo stato di forma della sua squadra.

Ecco le parole del tecnico:

Ogni gara è una conferma possibile, al di là della classifica dell’avversaria. Il nostro dovere è quello di confermare ciò che stiamo facendo, quindi è un’ulteriore prova di crescita. Giorgino ha un problema che si trascina da diverso tempo, poi domenica si è riacutizzato il dolore che aveva. Soluzioni ne ho, perchè ho altri giocatori come Rodriguez e Simonetti che si sono sempre allenati al massimo. Aspettano un’opportunità, io farò le mie valutazioni stasera poi domani deciderò. Sia per caratteristiche, sia perchè domani ci sarà un campo pesante, sto pensando più ad uno che all’altro, ma non dico nulla perchè sono alla pari, uno dei due giocherà, ma aspetto a dire chi. Un attacco senza under? Sì, potrebbe esserci lenti-apolloniquest’opportunità. Le prossime due gare? Già domenica scorsa era un avversario difficile, perchè c’era il San Marino. Ora dobbiamo pensare alla gara contro l’Imolese, senza dimenticarci di essere squadra, di ragionare come squadra, e di dare ulteriori segnali delle nostre idee di gioco come squadra, ed essere propositivi in quello che si va a fare. L’atteggiamento dev’essere sempre lo stesso, al di là dei punti di vantaggio. È una squadra nata da poco, e proprio per questo sono stati bravi i ragazzi a far vedere le loro qualità. Ogni gara è un test, per vedere quello che uno settimanalmente prova, ed è un test per vedere la crescita, sia del singolo che della squadra. Se i giocatori potrebbero pensare di essere più forti? Se cadiamo in queste ingenuità si evidenzierebbero i nostri limiti. Se sei presuntuoso lo paghi. Bisogna avere l’umiltà e la consapevolezza di sapere che se siamo arrivati a questo punto è perchè si è avuto l’atteggiamento giusto. Bisogna fare le cose in maniera semplice, ma in modo anche attivo e determinato. Il portiere? Fall ha fatto molto bene, è un ragazzo che è in crescita, ma Kristaps è tornato, fisicamente è a posto, quindi la porta in questo momento è sua. Non ci saranno Longobardi, ovviamente, Miglietta che ha iniziato un tipo di preparazione per rimettere il suo fisico sotto stress, mentre Ricci è a posto e sarà convocato. L’amarezza di Guazzo per la squalifica la sta trasformando nel fatto di sapere che c’è un’opportunità. Ora sta a lui mettersi nelle condizioni di farsi notare. In allenamento come in amichevole ha fatto vedere che le qualità le ha. Deve calarsi nella realtà, integrarsi nella squadra, lo sta facendo bene, quindi sono contento per lui perchè se è questo l’atteggiamento potrà far vedere le sue qualità. Vignali sta bene, ha le qualità, e penso che Andrea domani avrà un’opportunità importante. L’Imolese? Loro hanno le qualità per giocare, dovremo lavorare bene con i terzini nostri leggermente più stretti con i nostri difensori centrali che dovranno leggere bene ed accorciare sulla loro mezzapunta. Sarà una prova importante per vedere le difficoltà a cui andremo incontro.  Il mercato non lo stiamo valutando, al momento, con l’infortunio importante di Longobardi potevamo pensare a qualcosa di diverso, ma abbiamo gli attaccanti perchè anche Melandri, ad esempio, ha le qualità di giocare come prima punta. In uscita c’è qualcuno dei ragazzi che non ha spazio, c’è questa possibilità. Siamo alla finestra a vedere ciò che accade, poi in base a quello ci si muove. Mulas? È un giocatore molto interessante, l’unica cosa è che viene da un infortunio importante, è in recupero, fisicamente non è al top ma è un giocatore interessante che sto tenendo sott’occhio”.