APOLLONI: “IL LEGNAGO È UNA SQUADRA AGGRESSIVA CON DEI BUONI ELEMENTI”

Al termine della rifinitura della vigilia Gigi Apolloni ha affrontato le domande dei giornalisti nella consueta conferenza stampa che precede la gara di domani, che vedrà il Parma impegnato a Legnago.

Ecco le sue parole:

Andiamo a Legnago con l’entusiasmo per la vittoria strappata all’ultimo domenica scorsa. Ci sono alcune cose da vedere perchè ho qualche problema con qualche ragazzo, qualcuno ha qualche problema, come Cacioli o Miglietta, devo valutare le loro condizioni e deciderò all’ultimo minuto. Che Legnago mi aspetto? Loro cercheranno di entrare nella storia, davanti a Sky che è una vetrina importante. È una squadra aggressiva, determinata, ha dei buoni elementi, chiaramente va affrontata con lo stesso atteggiamento, altrimenti andremo in difficoltà. Dovremo essere molto determinati, a livello agonistico proiettati a pressare e a non dare respiro, che è la loro caratteristica. Venduti solo 387 biglietti? Penso che anche domani si possono acquistare, e i tifosi verranno a sostenerci. Anche contro il Romagna Centro sembrava non venisse nessuno, invece sono venuti a sostenerci. Il rombo? Ho dei giocatori che si sanno adattare anche a questo tipo di gioco, scelgo anche dei giocatori che siano duttili. Non è detto che non si possa tornare al 4-2-3-1. Domenica scorsa ci avevo forli-galassi-apollonipensato, anche se poi l’espulsione di Agrifogli ha complicato la situazione. Posso variare, in ogni caso. Sereni trequartista? Io ho parlato con Marcello, e quel ruolo l’ha già ricoperto. Sono prove per capire se in alcuni frangenti della gara si ha la possibilità di modificare in corsa il modulo. Poi c’è il discorso dell’Under, che incide nelle scelte perchè sono obbligato a metterne quattro. Ritengo che quelli che vengono chiamati vengano messi nelle condizioni di poter garantire e sfruttare quelle che sono le proprie qualità. Il Parma fatica a tirare in porta? Abbiamo provato anche soluzioni specifiche, gli avversari triplicano le marcature, dobbiamo essere bravi ad essere veloci a far girare palla. Il Legnago è una squadra aggressiva, pressa anche in avanti e dovremo essere molto bravi. Non hanno paura, verranno a prenderci, e questo dovrà spingerci a muovere la palla il più veloce possibile. È chiaro che se ti pressano in avanti significa che dietro ci saranno degli spazi. Al di là di questo, dipende sempre dal nostro atteggiamento, è la cosa più importante perchè domenica scorsa non abbiamo vinto per caso o per fortuna. Abbiamo voluto la vittoria, magari siamo stati meno belli di altre volte ma in questo campionato non sempre riesci a giocare come vuoi. Guazzo sta bene, si è allenato bene, quindi ha tutte le qualità non solo tecniche ma anche fisiche e morali per poter far parte della squadra. È chiaro che i calciatori devono saper accettare sia i complimenti che le critiche, ma Matteo lo sa bene. Potrebbe anche giocare, è un valore che a noi serve, domenica è entrato con l’atteggiamento giusto e potrebbe giocare anche domani. Che ragionamenti abbiamo iniziato a fare per la prossima stagione? Nessuno, siamo proiettati solo alla gara di domani. In questo momento noi dobbiamo essere sul pezzo. Quando sarà il momento si parlerà del futuro”.