APOLLONI: “ABBIAMO FATTO LA NOSTRA GARA, MA SPRECHIAMO TROPPE PALLE GOL” – VIDEO

Al termine dell’incontro il primo protagonista crociato a presentarsi in sala stampa è Gigi Apolloni. Il tecnico crociato ha risposto alle domande dei giornalisti analizzando il pari ottenuto al Riviera delle Palme contro la Sambenedettese.

Ecco il video e la trascrizione delle sue parole:

Non sono mai contento del risultato, io ero venuto per vincere la gara, siamo partiti abbastanza bene, poi abbiamo subito la reazione della Samb che è andata in vantaggio in maniera meritata. Da lì in poi abbiamo cercato di giocare, di costruire, e abbiamo pareggiato. Nella seconda parte abbiamo cercato di mantenere quelle distanze che nella prima frazione non siamo riusciti a mantenere, ed abbiamo creato i presupposti per fare gol. È arrivato questo gran gol di Lulli, che ha fatto un gran samb-evidenzatiro, e da lì abbiamo cominciato a giocare, ma nel calcio quando i gol non li fai… Poi durante la superiorità numerica c’era la possibilità di creare problemi, ma non ci siamo riusciti. Il Presidente della Samb dice che l’arbitro voleva farci vincere? Non entro nel merito di queste dichiarazioni che non mi toccano. Noi abbiamo fatto la nostra gara, come la Sambenedettese ha fatto la sua. L’arbitro ha fatto le sue valutazioni. Il 4-4-2? Nel primo quarto d’ora abbiamo subito la loro determinazione, non abbiamo mantenuto l’ordine, non scivolavamo con i nostri centrocampisti. Poi dopo il loro vantaggio abbiamo cercato di mantenere le distanze, sia Calaiò che Evacuo si sono mossi sfruttando le loro qualità. Il rammarico è quello che mantenendo le distanze non siamo riusciti a creare pericoli. Il rigore? Non l’ho visto, non saprei giudicare. Ero vicino ma ero con lo sguardo rivolto al pallone. Il fallo di Canini? Non mi attacco a questi episodi, ho visto un’entrata decisa come han fatto anche altri giocatori, da giallo, ed infatti l’arbitro ha ammonito. La mancanza di cinismo? È una mancanza importante che può fare la differenza, dobbiamo essere più cinici. Non abbiamo avuto la cattiveria giusta, le occasioni le abbiamo avute ma non c’è stato il cinismo che dobbiamo cominciare ad avere. Il centrocampo con Corapi e Scavone ha sofferto parecchio? Non ho visto questo, forse nella prima parte, ma poi dopo il quarto d’ora abbiamo fatto bene. Dobbiamo migliorare nella precisione e nel velocizzare il gioco, ma hanno creato i presupposti per mettere in condizione gli attaccanti di segnare. L’ingresso di Melandri, come quello di Guazzo, hanno dato freschezza alla squadra, hanno qualità e l’hanno espressa”.