APOLLONI: “IL FORLI’ È UNA BUONA SQUADRA: SERVIRA’ L’ATTEGGIAMENTO GIUSTO”

Al termine della rifinitura, il tecnico crociato ha tenuto la consueta conferenza della vigilia, a ventiquattr’ore da Parma-Forlì.

Ecco le parole di Gigi Apolloni, raccolte dal nostro microfono:

Giochiamo contro una buona squadra che davanti ha degli ottimi elementi. Dovremo giocare con gli stessi valori che abbiamo messo in campo precedentemente, nulla di più e nulla di meno. Giocheremo contro una squadra attrezzata che dovremo limitare. Servirà l’atteggiamento giusto. Per un allenatore è facile se i giocatori apolloni-ribellesi mettono a disposizione nei ruoli che non sono i propri, facendo il terzino invece del centrale difensivo. Se c’è questa disponibilità sono convinto che cresceranno loro e crescerà la squadra, mettendosi in discussione su ciò che non riescono a fare, ma se c’è la convinzione e la disponibilità si può fare tutto. È sempre un banco di prova, la Correggese ha battuto il Forlì, quindi nulla è scontato. Il Forlì? È una squadra che ama giocare al calcio, cercherà attraverso la manovra di metterci in difficoltà, ha anche diversi giocatori abili nell’uno contro uno. Per tutti, anche per chi guarda la partita, credo che sia meglio affrontare squadre che preferiscono giocare. Il Forlì è una buonissima squadra. Nessuna presunzione, nessuna superficialità, ma servirà la convinzione che se l’atteggiamento rimarrà quello giusto sopperiremo alle difficoltà. Dovremo far risaltare i nostri valori attraverso la disponibilità che i ragazzi stanno mettendo a disposizione. Delle volte sento commenti ingiusti su alcuni giocatori, dal mio punto di vista. Alcuni giocatori si sacrificano, fanno quello che ho ordinato loro. Rispetto i pareri altrui, ma io sono contento e li elogio. Ho a disposizione 28 giocatori, chiaramente ho a disposizione dei valori importanti, perchè giovedì in panchina avevo nomi importanti. Questo per noi dev’essere una forza, un valore aggiunto perchè da parte loro c’è sempre la disponibilità. Agrifogli? È un altro giocatore che ha dei valori, ha un buon piede, un’ottima corsa, è diligente, attento in fase di marcatura. È un valore aggiunto che farà parte del gruppo, e potrà essere chiamato in causa. Musetti è arrivato da dieci giorni dopo l’infortunio, non ha ancora la condizione migliore, però si sta allenando con molto impegno. Sta cercando di trovare la condizione, poi starà a me fare le mie valutazioni. Benassi sta recuperando, anche Mousa Balla: la settimana prossima dovrei avere a disposizione l’intera rosa. Chi ha le qualità e le mette a disposizione dei compagni, io penso che fa crescere tutta la squadra, con i giovani che ti seguono e ti vengono dietro. Il Parma abbassa troppi il baricentro dopo un gol segnato? C’è anche la squadra avversaria… La fase difensiva la fanno tutti, e voglio che la facciano tutti. I nostri attaccanti sono i primi difensori. Dobbiamo crescere, dobbiamo avere la capacità di migliorare, ma c’è sempre l’avversario che ti può mettere in difficoltà. Può capitare che qualcuno non sia in giornata, e dev’essere il resto dei compagni che vanno ad aiutarlo e sostenerlo“.