APOLLONI: “DOBBIAMO FARE LA NOSTRA PRESTAZIONE, SENZA FARCI CONDIZIONARE DA NIENTE E DA NESSUNO” – VIDEO

Al termine della seduta di rifinitura, svoltasi al Tardini questo pomeriggio, e poco prima della partenza per Santarcangelo (anticipata per evitare la chiusura del tratto dell’A14 alle 18), Gigi Apolloni ha parlato con i giornalisti della gara di domani contro il San Marino.

Ecco il video e la trascrizione delle parole del tecnico alla vigilia di San Marino-Parma:

Le prestazioni sono fondamentali affinchè un giocatore ed una squadra si esprimano in un certo modo. È la parte più importante del gioco del calcio, se uno fa la prestazione, si impegna, mette le caratteristiche che ha in funzione della squadra, dà un vantaggio enorme che sfruttiamo, sia noi che il singolo. Non solo con il Legnago, noi siamo partiti anche altre volte forte, in alcuni momenti siamo riusciti a fare gol, in altri invece no, però la qualità che ha questa squadra è quella di cercare di segnare subito per provare a vincere. Poi a volte ci si riesce, altre volte no perchè c’è anche un avversario. Il San Marino? È una squadra fisica, abbina qualità e quantità, presumo che giocherà con un 4-3-3, anche se ha provato lo stesso nostro modulo ma in genere gioca con un 4-3-3. Dietro sono abbastanza solidi, hanno due centrali difensivi che sono molto forti fisicamente, hanno anche una discreta visione di apolloni-pre-sanmarinogioco ed un discreto lancio. Sfruttano le fasce, gli esterni alti, davanti sono bravi e cercano di sfruttare le loro qualità tecniche di creare superiorità numerica attraverso l’uno contro uno. In manovra sono bravi con i loro interni di centrocampo ad accorciare, a mettersi tra le linee o ad andare a sovrapporsi con l’esterno alto, quindi è una squadra che ha qualità. Noi dovremo fare la nostra prestazione, cercando di lavorare sui loro punti deboli. La squadra sta bene, il nostro morale è alto, abbiamo messo a tacere delle critiche senza senso, perchè non eravamo in crisi affatto. Ha avuto delle difficoltà, ma parlare di crisi mi sembrava eccessivo. Ha recuperato bene, e domani ho delle scelte da fare, scelte importanti in base anche a quelle che sono le caratteristiche dell’avversario. Musetti giocherà? È un giocatore che ha iniziato bene, poi ha avuto questo problema, ha dovuto reinserirsi, intanto la squadra ha iniziato un cammino importante, quindi si è impegnato per cercare di ritrovare spazi, è entrato bene con il Legnago, quindi mi sento di riproporlo, sugli altri invece farò delle riflessioni come faccio di solito. Riccardo non è una prima punta, ed anzi a volte gli piace quasi di più fare il trequartista per le sue doti, quindi probabilmente giocherà lui come trequartista, poi è chiaro che si scambierà con chi giocherà di fianco a lui. Le parole del Presidente del San Marino? Non commento. Noi dobbiamo, come ho detto ai ragazzi, lasciare stare tutte le polemiche che non ci interessano, ed anzi creano degli appannamenti ed il rischio di perdere la concentrazione. Il nostro compito è quello di lavorare sul campo e fare le cose che la squadra sa fare, senza lasciarsi condizionare da niente e da nessuno. Ogni gara è importante, come questa qui. Ci misura contro un’altra squadra forte, attrezzata, con degli ottimi elementi, ed è importante senz’altro. Ricci? Lui si presume che in due settimane possa tornare a far parte del gruppo, spero prima, ma i tempi sono questi”.