APOLLONI: “DA FOLLI NON ESSERE CONTENTI OGGI, ANCHE SE SU ALCUNI PARTICOLARI… LUCARELLI? UN PESTONE, DOVREBBE FARCELA CONTRO L’ALTO” – VIDEO

Ci ha abituato ad essere l’allenatore perfezionista anche dopo le grandi vittorie, e Gigi Apolloni anche oggi, dopo il 5-0 rifilato alla Fortis Juventus, ha voluto sottolineare alcuni aspetti che non sono andati nella sua squadra. Un modo, soprattutto ora a sette giorni dalla sfida contro l’AltoVicentino, per tenere tutti in riga in vista di una partita fondamentale.

Ecco il video e la trascrizione delle parole del tecnico crociato al termine della gara:

È andato tutto come avevo previsto? Si, devo dire che la squadra ha risposto bene ad una gara che sulla carta poteva sembrare facile, e di facile non c’è mai niente. Nel calcio alcune cose se non le prendi con la testa giusta puoi andare in difficoltà. La squadra è stata brava, alcune cose però devo rivederle, perchè in alcune frazioni non abbiamo giocato come sappiamo, dovrò riprendere qualcuno perchè non voglio che non si stia sul pezzo. Alcuni di loro sono mancati in alcuni particolari, poi si sono ripresi, ma non deve succedere. Quali particolari? Alcune giocate in cui dovevamo essere più efficaci. Dobbiamo essere sicuri, senza presunzione, in alcuni momenti abbiamo un po’ sforato, e ciò non deve succedere. Togliendo questo sono contento di ciò che la squadra ha fatto, sarei un folle altrimenti. Ma devo valutare anche queste cose, è una forma di rispetto per noi stessi e per gli avversari. apolloni-fortisLucarelli ha ricevuto un pestone, gli si è aperta l’unghia, credo che per domenica prossima dovrebbe farcela. Giorgino centrale difensivo? Maikol Benassi era in panchina ma ancora non è a posto, Saporetti è in diffida, e la prossima ammonizione riceverà una squalifica, quindi per questo non l’ho inserito. Guazzo? Io sono contento di com’è entrato Matteo, sono contento di come si è preparato, e dopo aver preso delle “bastonate” ha capito la filosofia della squadra. Poi ha avuto quel problema fisico, un altra bastonata, ha lavorato sodo ed oggi è entrato bene. Peccato per il gol annullato, sarebbe stato un gran gol. Dopo quell’episodio l’ho visto amareggiato, ma sono contento dei movimenti che ha fatto, ha dato un assist molto bello a Miglietta, lui ha qualità e deve trovare la condizione. Sarà importante se mantiene l’atteggiamento visto in questi ultimi tempi, perchè se sbaglierà atteggiamento ci rimetterà lui, e lui lo sa. Mazzocchi? È entrato bene, con l’atteggiamento giusto, è un giocatore che ha quantità e qualità, ed è un valore aggiunto che può dare tanto. Agrifogli? Sono contento anche della sua prestazione. L’AltoVicentino non ha fatto gol solo contro di noi? Da martedì cominceremo a pensare alla prossima avversaria, ho già alcune immagini e alcune indicazioni, si sanno muovere bene, hanno giocatori di qualità, penso che dovrebbe essere una gara aperta. Miglietta? Doveva entrare in condizione perchè è arrivato con dei problemi, ha avuto qualche acciacco all’inizio, doveva trovare l’affiatamento con i compagni, ora è in crescita e sono molto contento della prestazione che ha fatto oggi, come del resto sono contento della prestazione di tutta la squadra. Lui si è integrato nella squadra, ed è il gruppo la cosa più importante. Lui l’ha capito, si è messo a disposizione e sta giocando molto bene. Se la discesa di Lucarelli era uno schema provato in allenamento? Ale ha fatto una grandissima giocata che ogni tanto tenta, meno male che l’ha provata lì e non nella nostra area di rigore. Ha fatto un azione bellissima, lui che ha un valore assoluto per la squadra e per Parma, il Capitano è un esempio non solo per quanto riguarda il campo, ma anche l’esterno. Baraye ha fatto il gol, ma tutto il lavoro l’ha fatto Lucarelli. Prima della gara di domenica prossima abbiamo un vantaggio, è chiaro che cercheremo di aumentarlo, però l’atteggiamento nostro non cambierà se il risultato non sarà quello che noi vogliamo. Il nostro obbiettivo è quello di continuare a crescere, domenica c’è un’ulteriore prova, un match tra le prime della classe, è inutile nasconderlo. Ma il campionato non si deciderà lì”.