APOLLONI: “NON DOBBIAMO SOTTOVALUTARE L’AVVERSARIO. GIORGINO CI SARA’, MUSETTI STARA’ A RIPOSO” – VIDEO

Conferenza stampa mattutina per Gigi Apolloni, che ha parlato con la stampa al Tardini prima della partenza per Bellaria, dove i crociati svolgeranno la rifinitura direttamente sul campo da gioco che ospiterà la gara di domani: un modo per testare il terreno sintetico dello Stadio Nanni e capire quelle che potranno essere le insidie della sfida di domani.

Ecco il video e la trascrizione delle parole del tecnico prima della partenza per Bellaria:

Un testacoda ricco di insidie? Si, dipende sempre da come affronti la gara, da con che testa arrivi, dall’approccio alla gara. Sappiamo benissimo che sono gare che possono diventare semplici, ma anche difficili. Sicuramente dipenderà da noi non dare coraggio a questa squadra, il suo ruolino di marcia parla chiaro, e noi dovremo essere bravi ad iniziare bene e a non sottovalutare l’avversario. Poi giocheremo sul sintetico, e questo ci deve spingere ancora di più ad avere un’attenzione particolare. Giorgino ha fatto un percorso questa settimana per cercare di riassorbire l’infiammazione che purtroppo lo sta attanagliando, e attraverso delle infiltrazioni fino ad ora è riuscito ad essere partecipe con la squadra. È a disposizione, si è allenato a parte ma è disponibile. Musetti purtroppo ha avvertito un dolore. La cosa strana è che aveva un problema da una parte, si è fermato per precauzione, ed il giorno dopo si è svegliato con un problema dall’altra parte. Abbiamo cercato attraverso gli strumenti che abbiamo di capire il problema, ed abbiamo visto che c’è un piccolo versamento, quindi starà fermo, poi vedremo se tornerà con la Sammaurese. Se sono arrivate buone notizie su Guazzo? Si, perchè per quello che li diceva dopo l’infortunio, e per come si è comportato, visto che apolloni-pre-bellariapraticamente si è messo a piangere, la paura era quella che la lesione fosse più grave. Invece il problema c’è ma è meno grave di quello che si pensava. Devo ringraziare comunque lo staff medico perchè è sempre disponibile, sta facendo un grandissimo lavoro e lo voglio ringraziare pubblicamente. Avere la loro professionalità a disposizione è un vantaggio. Baraye?  Yves è un giocatore straordinario con degli alti e bassi straordinari. Questo fa parte del percorso che sta facendo, e dell’esperienza che sta portando avanti. Dovrebbe giocare lui dal primo minuto, e sono felice che abbia evidenziato quest’opportunità che ha attraverso alcune interviste, l’ha presa a cuore. Per un giocatore come lui, con quelle potenzialità, la Serie D sta molto stretta. Però aver preso quest’opportunità per poter migliorare credo che sia un vantaggio non solo per lui ma anche per la squadra. Se visto che l’avversario è sulla carta più debole darò spazio a qualcuno che ha giocato meno? Noi andiamo avanti per la nostra strada, non dobbiamo abbassare la guardia perchè le insidie sono dietro l’angolo. Chiaramente quelli che partono per Bellaria sono disponibili tutti, e se vedrò determinate cose è chiaro che inserirò elementi che magari hanno giocato meno. Dipende da quello che vedrò tra stasera e domani. Se all’inizio mi sarei aspettato di arrivare a Natale come campione d’inverno? No, perchè quando si inizia ci sono tante incognite. Avevamo iniziato con solo cinque elementi, e la soddisfazione enorme che ho avuto è che da parte del mio staff c’è stata un’unità di intenti che ci ha permesso di trasmettere anche a quelli che sono arrivati dopo l’importanza di quest’avventura. Questa è stata una benzina straordinaria per portarci dove siamo arrivati. Adesso chiaramente dobbiamo continuare sotto questo punto di vista, perchè sarebbe anche sciocco mollare in questo momento, perchè abbiamo l’opportunità, i mezzi, l’entusiasmo per continuare a non abbassare la guardia. Nyantakyi in prova? Chi è? Salierno c’è, l’ho visto l’altro giorno in partita ma diventa difficile fare valutazioni dopo solo un giorno e mezzo. È un ragazzo che ha un buon fisico, è un po’ esile, ma è discreto tecnicamente e può giocare sia da terzino che da centrale. Lo voglio vedere meglio, ora abbiamo fatto allenamenti specifici per la gara di domani, quindi è ancora presto”.