APOLLONI: “ABBIAMO UN’OCCASIONE, A FORLI’ GARA IMPORTANTE MA NON DETERMINANTE” – VIDEO

Al termine della rifinitura svoltasi questo pomeriggio al Tardini, nel piazzale dell’Ennio Gigi Apolloni ha tenuto la conferenza stampa della vigilia prima della partenza per Forlì’. Il tecnico ha così fatto il punto della situazione in vista del big match.

Ecco il video e la trascrizione delle sue parole:

Ultimo impegno difficile? No, è un pensiero che conoscete già: la matematica non è un opinione, noi abbiamo il dovere di affrontare al meglio ogni gara. L’occasione c’è, è una gara importante ma non è determinante. Come sta la squadra? A Simonetti purtroppo è risalita la febbre, quindi non fa parte del gruppo. Agrifogli l’ha smaltita, mentre gli altri stanno abbastanza bene a parte Mousa Balla che ha preso una botta nell’allenamento di giovedì ed è ancora fermo. Considerate l’assenza di Simonetti e le condizioni di Agrifogli è più difficile fare la formazione iniziale, pensando alla regola degli Under? Le difficoltà ci sono sempre, non solo adesso. La squadra si allena, tutti gli elementi si allenano al massimo, hanno voglia apolloni-calcio-parmadi mettersi in mostra. La difficoltà c’è, come la consapevolezza del fatto che c’è un obbiettivo importante e questa è la cosa che ci accomuna tutti, anche chi a volte viene escluso. Ma c’è una responsabilità nell’andare avanti perchè ognuno di noi ha un compito: siamo su una barca ed ognuno di noi ha un remo, e dobbiamo remare tutti dalla stessa parte se vogliamo arrivare fino in fondo. Le scelte in attacco? In mente ho diverse cose, questa sera farò qualche analisi e poi domani mattina deciderò. La possibilità di arretrare Corapi a centrocampo vista la mancanza di Simonetti? C’è anche questa possibilità, ho giocatori che si sanno adattare grazie alle loro qualità. Se ho in mente qualche discorso particolare prima di una partita come questa? In genere sono uno istintivo, non preparo le cose. Dico quello che sento, che viene dal cuore. Quello che dirò domani è che devono dare loro stessi, giocano anche per i loro compagni, per la gente che ci segue e ci vuole bene. Benassi rischia il posto per la regola degli Under? Io ho degli obblighi, ma ho anche la possibilità di variare grazie ai giocatori che ho. Gadda ha detto che si aspetta una partita piena di gol? Spero che la gente che sarà presente si possa divertire. Noi puntiamo a fare bene, al risultato, rispettando la squadra avversaria, conoscendo anche la furbizia dell’allenatore avversario, che conosco. Sono frasi fatte, lui sa benissimo che nel calcio non c’è nulla di scontato. Alla fine poi tireremo le somme”.