APOLLONI: “L’ESPULSIONE? NEL REGOLAMENTO C’È ANCHE IL BUONSENSO… ANCHE IN DIECI ABBIAMO PROVATO A VINCERLA” – VIDEO

Terzo pareggio in quattro gare per il Parma, ma Gigi Apolloni può ritenersi abbastanza soddisfatto perchè i suoi erano in partita fino all’espulsione, e poi hanno lottato facendo vedere anche buone cose rispetto alle prestazioni un po’ più grigie messe in campo nelle scorse settimane. A questo si somma l’amarezza per la fiscalità del direttore di gara, ed un certo rammarico per la leggerezza di Baraye.

Ecco il video e la trascrizione delle parole del tecnico crociato in conferenza:

Il rigore su Baraye? Come diceva Boskov il rigore c’è quando arbitro fischia. La sciocchezza di Baraye sull’esultanza? La leggerezza di Yves era anche comprensibile, aveva appena fatto gol, poi forse devo rivedere un po’ il regolamento, perchè a volte ci vuole un po’ di buonsenso. Rovinare una gara per una leggerezza… L’unica cosa che so è che nel regolamento c’è il buonsenso. Yves ha sbagliato, in ogni caso. Ora valuteremo con la società e qualcosa sicuramente faremo nei suoi confronti. Faccio i complimenti alla Ribelle perchè è una squadra che gioca, che ha degli ottimi elementi, è messa abbastanza bene in campo ed ha fatto la gara. L’avevamo messa come volevamo noi, poi le cose sono cambiate ma anche in dieci abbiamo cercato di vincerla. Non siamo stati lucidi nella fase conclusiva, ma ci sono stati dei movimenti che mi hanno soddisfatto. Corapi esterno? Lo può fare, ha le qualità ed ha ribelle-evidenzaanche la fantasia e la capacità di leggere certe situazioni. Lui è un generoso, l’ha fatto anche bene. Domenica a Forlì non ci sarà Baraye? Non ci sarà Yves, ma ha giocato una buona gara Musetti, è entrato bene Longobardi, c’è Guazzo che è sempre lì pronto a darci una mano, quindi davanti le soluzioni ci sono. Gli avversari non recuperano nonostante i tre pareggi in quattro partite del Parma? Nel calcio di scontato non c’è mai nulla, ma noi andiamo avanti per il nostro percorso. Sono molto contento della prestazione di Miglietta, oltre che un bravissimo giocatore è anche un ragazzo che si sta proponendo e sta guidando la squadra. Il suo è un ruolo chiave e sono molto contento della sua prestazione. I due attaccanti un’idea per il futuro? Avevo messo Yves davanti, con Musetti molto bravo a giocare tra le linee, peccato che non siamo riusciti a vederli fino in fondo. Sono convinto che se avessimo avuto la possibilità di vederli ci saremmo divertiti. Le qualità le hanno, sono soluzioni importanti che in futuro possono venire considerate per alcune gare. Longobardi ha lottato e ha anche fatto alcuni interventi coraggiosi per chi è appena rientrato come lui? Questo è importante, sta bene ed altrimenti non l’avrei fatto giocare se avessi avuto qualche dubbio. Lui si è preparato tantissimo, ci ha messo il cuore per tornare ed oggi è entrato dando una grossa mano. Quando la squadra è andata in sofferenza lui lì è stato bravo a far si che la squadra fosse corta e raccolta. Il gol della Ribelle? Bernacci ovviamente è un giocatore di qualità, c’è stato un errore nostro, siamo scalati male e abbiamo permesso un cross semplice agli avversari. Sono situazioni nelle quali in alcuni momenti siamo bravi, in altri un po’ meno, in settimana valuteremo anche questo per trovare le soluzioni per azioni di questo tipo“.