APOLLONI: “IL RAMMARICO C’È, ABBIAMO CREATO MA SIAMO STATI POCO CINICI” – VIDEO

È rammaricato per le tante occasioni sprecate, Gigi Apolloni, che al termine della gara contro il Gubbio si è presentato in sala stampa per analizzare la prima sconfitta stagionale dei crociati.

Ecco il video e la trascrizione delle parole del tecnico crociato:

Quando sbagli così tanto è chiaro che c’è il rammarico, perchè le occasioni le abbiamo create. Il cinismo che menzionavo l’altro giorno è mancato, il Gubbio chiaramente ha giocatori di qualità che hanno sfruttato bene quelle occasioni che gli sono capitate, e c’è il rammarico perchè la squadra ha cercato di giocare anche magari non in modo ordinato ma era riuscita a riprendere il risultato, e poi abbiamo sbagliato troppo. Anche in costruzione, dove chiaramente loro erano avvantaggiati dal campo stretto, ma non dev’essere un alibi gubbio-evidenzaperchè quando sbagli davanti alla porta c’è da fare mea culpa, ne prendiamo atto. Ora c’è quest’altra partita, voltiamo pagina perchè la squadra si è impegnata, non è venuto meno l’impegno ma è mancato il cinismo. Il primo assaggio di Lega Pro è stato indigesto? La Lega Pro è anche questo, capita che le altre avversarie abbiano la tranquillità di chiudere attraverso le poche occasioni che ha avuto. Ci deve servire da insegnamento. L’espulsione che ho ricevuto? Non mi sembra di aver detto niente di male se non che quel corner era a favore nostro. Magari l’ho detto in tono da poter far sentire all’arbitro, il guardalinee non ho capito cos’ha fatto, comunque ne prendo atto. Nel primo tempo mancava movimento lì davanti? Non riuscivamo a dare profondità, anche perchè il Gubbio si chiudeva bene, non lasciava spazi. Abbiamo avuto due occasioni importanti nella prima parte, ma non siamo stati bravi a capitalizzarle, poi è venuto fuori il Gubbio. Nella seconda parte anche con il cuore abbiamo cercato di sfruttare le fasce un po’ di più, peccato che non siamo riusciti a capitalizzare ciò che abbiamo creato. Baraye non è stato mai incisivo? Yves deve imparare anche ad essere più cattivo, in quell’occasione che ha avuto avrebbe dovuto fare la differenza, perchè il giocatore che vuole fare la differenza lo fa capire in quelle cose. Simonetti? Lorenzo è un ragazzo che quando viene chiamato in causa è sempre stato positivo. Sono contento per lui per il gol, dispiace perchè ha avuto altre occasioni e non le ha sfruttate”.