APOLLONI: “DEVO FARE I COMPLIMENTI AI RAGAZZI, È UNA PROVA DI MATURITA'” – VIDEO

Aveva chiesto ai suoi di rimanere concentrati, e di non pensare alla promozione raggiunta in Lega Pro, ed è stato accontentato. Può essere soddisfatto, Gigi Apolloni, della prestazione della sua squadra, che a parte una “pausa” dopo il 3-0 ha comunque giocato una buona gara.

Ecco il video e la trascrizione delle parole del tecnico crociato:

Devo fare i complimenti ai ragazzi, perchè quando si arriva dopo i festeggiamenti è normale che cali un po’ l’attenzione. I ragazzi sono stati bravi, io ho parlato chiaro con loro in settimana, perchè comunque è una prova importante per la nostra maturità. Sia come squadra che come singoli. Questo penso che sia la cosa giusta, perchè comunque abbiamo il potere di continuare a portare avanti quello che abbiamo fatto da inizio campionato. Io con la società non ho parlato, il club si è riservato di parlare alla fine, quindi penso che sia normale che siamo in discussione, ma nel senso propositivo, non nel senso negativo. Abbiamo le possibilità di fare bene, e sarebbe un peccato non approfittarne per tutti. È chiaro che nelle scelte magari qualcuno sarà contento e qualcuno no, ma è chiaro che poi ci sono sempre gli allenamenti per essere poi messi in condizione di poter giocare al meglio. Pretendo ravenna-evidenza2questo, ma lo pretendo per loro e per la loro crescita, prima come squadra e poi individualmente. L’esclusione di Baraye? Yves è un giocatore che in campo ci vorrebbe sempre stare, ma ho altrettanti giocatori bravi e quindi la competizione che poi nasce credo che sia una prova importante per alzare sempre la possibilità di migliorarsi. Baraye è un giocatore importante, ma è come gli altri. Io faccio delle scelte, usando parametri ampi, dallo stato di forma al fatto che si metta a disposizione della squadra, o se si integra nel gioco. Queste valutazioni le faccio il sabato sera, e poi faccio le mie valutazioni. Se le condizioni del campo hanno cambiato le mie idee iniziali di formazione? No, assolutamente. Avevo quest’idea, in settimana avevo qualche punto fermo ma poi valutando il lavoro settimanale e la squadra avversaria ho messo in campo quella che ritenevo la squadra migliore per affrontare il Ravenna. Quanti innesti avrebbe bisogno questo Parma per vincere la Lega Pro? Non sto pensando a quello, non ci ho pensato ancora. Aspetto di finire, penso solo al finale di questo campionato ed alla Poule Scudetto. In settimana ho parlato chiaro: abbiamo tre obbiettivi. Il primo è quello di finire imbattuti, cercando anche di non prendere gol. L’altro è quello di mettere lo Scudetto sulla maglia il prossimo anno. Il terzo è quello di metterci in discussione per far sì che poi la società alla fine faccia i propri calcoli”.