APOLLONI: “NON PERDIAMO DI VISTA L’OBBIETTIVO. IL FUTURO? IO PENSO SOLO AL SAN MARINO”

Alla vigilia della sfida contro il San Marino, Gigi Apolloni ha tenuto la conferenza stampa che anticipa la partita che vedrà i crociati affrontare una delle squadre che all’andata era anche andata in vantaggio.

Ci sono degli squalificati ma anche altri che si stanno allenando bene. Chi non ci sarà verrà rimpiazzato da giocatori che stanno facendo bene, si stanno allenando bene e sono preparati. Questo non è nelle mie preoccupazioni. Giochiamo contro il San Marino che ha davanti degli elementi molto bravi, è una squadra costruita per ambire ai vertici. Dobbiamo essere pronti, sarà una gara combattuta. Cosa temo di loro? Non temo qualcosa, li rispetto perchè hanno dei giocatori bravi, da Olcese agli altri, possono creare problemi se non dovessero venire affrontati nel modo giusto. Chi potremmo recuperare degli acciaccati? Simonetti non farà parte della squadra perchè ha avuto un incidente casalingo, battendo l’alluce apolloni-bellariache si è gonfiato e dovrà essere valutato nei prossimi giorni. Lunedì farà delle risonanze magnetiche, la radiografia ha dato esito negativo, ma lui continua ad avere dolore. Lauria mezz’ala? Ho il vantaggio che in corsa si può tornare come si giocava prima, non cambiando nulla dell’assetto con le idee di gioco che hanno sviluppato in precedenza. C’è la possibilità di giocare come abbiamo fatto giovedì. A me non preoccupa che giovedì scorso abbiano avuto una difficoltà fisica, come ho notato io. Abbiamo sbagliato dal punto di vista della finalizzazione, forse, ma il giovedì poi subiamo anche il carico di lavoro settimanale. Anche con la difficoltà fisica dobbiamo lavorare ancor di più, perchè anche durante le gare quando sei affaticato devi fare bene. L’atteggiamento che devono avere è questo qui, perchè l’impegno l’hanno messo sempre. È una settimana di preparazione a quella che è la gara, più andiamo avanti e più si assottigliano i tempi, questo vantaggio in classifica dobbiamo concretizzarlo ancora di più. I ragazzi non devono perdere di vista l’obbiettivo finale, giocando come squadra. La sana voglia di vittoria non va frenata, va coltivata. Nel calcio ci sono equilibri importanti e andare alla garibaldina, partendo decisi e sapendo che ogni particolare va curato. Io voglio che i ragazzi mi mettano in difficoltà, proponendosi e non abbassando mai la guardia. Parlo per tutti, quello che abbiamo costruito l’abbiamo fatto con impegno. Alla squadra dico sempre che l’obbiettivo è lì davanti. Ogni passo va costruito, cercando di arrivare lassù curando i particolari. Mazzocchi? Ha potenzialità enormi, si è inserito bene, ha qualità che sono state evidenziate. È in una fase di crescita, ha enormi potenzialità che vanno costruite attraverso un lavoro quotidiano. È un generoso, tante volte corre ma a volte bisogna farlo pensando. È un istintivo, e a volte l’istinto lo porta a sprecare energie. Se potrebbe diventare importante in chiave futura? Si, come gli altri. I ragazzi che sono qui hanno valori tattici, tecnici ed anche morali. Vanno educati calcisticamente, ma è chiaro che sarà una cosa a cui penseremo più avanti. Noi pensiamo al San Marino, senza farci condizionare e disperdere energie. Le altre informazioni non dobbiamo farle entrare. Avremo a breve una riunione con la dirigenza per l’anno prossimo? Non lo so, so solo che domani abbiamo una partita…”.