Alvaro Ampuero fa un bilancio della sua prima esperienza in Italia: “Credo sia stata un’esperienza positiva. La mia miglior partita? Contro l’Atalanta”

Mentre cercavamo notizie che riguardassero il video che in Perù è diventato un tormentone e che ha come protagonista il fratello di Alvaro Ampuero, abbiamo trovato quest’intervista rilasciata dal giovane crociato alla tv peruviana CMD, nella quale Alvaro fa un bilancio della sua prima stagione (seppure a metà, essendosi incorporato nelle file del Parma solo nel girone di ritorno) nel campionato italiano.
Ecco ciò che ha dichiarato:

Qual è il bilancio di queste tue 5 partite in Italia?


Positivo, io credo che sia positivo. Sono contento, perchè ho terminato la stagione giocando, ed è quello a cui puntavo perchè anche se mi stavo allenando duramente mi mancava proprio questo, giocare. Nelle ultime 4 partite ho potuto farlo e credo che questo mi abbia aiutato molto.”

In quale delle 5 partite credi di aver fatto meglio?

“Io credo che la seconda partita, contro l’Atalanta, è stata la migliore, perchè sono entrato dall’inizio, abbiamo vinto 2 a 0 in casa, credo di aver giocato bene, ed è stata una bella esperienza: è stata la prima volta che ho potuto assaporare lo stadio del Parma, perchè nella mia prima apparizione giocavamo fuori casa, e direi che è stata un’esperienza positiva.”

Perchè, secondo te, non hai ancora giocato una partita intera?

Io credo che sia per un discorso fisico, perchè in Italia il calcio è molto duro, e nel secondo tempo quando iniziano a mancare 15 o 20 minuti si inizia ad accusare una certa stanchezza. In più nel mio ruolo siamo in molti, secondo il modulo che utilizziamo siamo in 8 centrocampisti per 3 posti, e tutti siamo ad un livello simile e quindi ciascuno di noi rappresenta un’alternativa.”