ADICOSP: “L’ACCORDO TRA FAGGIANO ED IL PARMA NON È VALIDO” – PECCATO CHE…

Hanno fatto un discreto rumore le parole di Alfonso Morrone, Presidente dell’Adicosp (Associazione Direttori e Collaboratori Sportivi Calcio), che dalle colonne del sito TuttoLegaPro si è scagliato contro l’accordo che ha visto Daniele Faggiano diventare il nuovo Direttore Sportivo del Parma. Morrone, infatti, ha dichiarato che in nessun caso (nel regolamento, Ndr) è consentito l’accordo con tre società nella stessa stagione. Faggiano fino al 22 Luglio è stato al Trapani, poi è passato al Palermo e pochi giorni fa ha trovato l’accordo col Parma. Quella gialloblù, dunque, è la sua terza società nella stagione 2016/17 che, come tutte le stagioni, è iniziata il 1° Luglio. Cosa potrebbe succedere? In un paese normale un accordo del genere non potrebbe essere ratificato. Credo che il presidente della Lega Pro, Gravina, che ha a cuore la pulizia e il rispetto delle regole, dovrebbe intervenire con fermezza sulla questione”.

Stando alle parole del Presidente dell’Adicosp, insomma, l’accordo tra il Parma e Faggiano non sarebbe regolare. Parole che hanno allarmato i tifosi, e che hanno ovviamente suscitato il nostro interesse. Nei giorni scorsi abbiamo provato a scavare a fondo sulla questione, scontrandoci con regolamenti, come purtroppo spesso accade nel mondo del calcio, confusionari e molto (a volte troppo) soggetti ad interpretazioni. Su una regola, quella menzionata da Morrone, però la chiarezza è assoluta: si tratta del punto 4.4:”Il tesserato non può comunque prestare la propria attività per più di due Società nella stessa stagione sportiva.”

Ed è proprio qui l’inghippo. Detto che nel mondo del calcio ormai si assiste a qualsiasi cosa (e spesso basta un semplice cambio di denominazione relativa alla carica – es. da direttore sportivo a direttore generale – per sfuggire ad ogni ostacolo normativo), ma che tutti comunque ci aspettiamo (giustamente, e doverosamente) che il Parma faccia le cose per bene, in questa situazione l’errore sembra essere a monte. Secondo quanto abbiamo raccolto, infatti, Daniele Faggiano in questa stagione non sarebbe mai stato registrato in Federazione come Direttore Sportivo del Trapani. Le società hanno tempo fino all’ 1 settembre per consegnare in Federazione l’elenco delle cariche e i vari organigrammi da registrare, e sono proprio quelle cariche ad avere valore poi a termine di regolamento. Il Trapani, in questa stagione, prima della data limite del 1 settembre ha comunicato il nome di Pasquale Sensibile, mentre Faggiano, che ha lasciato la società siciliana il 22 luglio, non sarebbe mai entrato in questa stagione nei registri ufficiali prima di farlo, ovviamente, poi con il Palermo. Quella di Parma, dunque, a termini di regolamento, sarebbe la sua seconda esperienza ufficiale di questa stagione. Questo è quello che abbiamo raccolto, detto che ovviamente ci possiamo sempre sbagliare. Questo “caso Faggiano”, però, sembra essere un chiaro esempio di tempesta in un bicchier d’acqua…