ABBONAMENTI A RUBA, ENTUSIASMO MA ANCHE DUBBI: DAL PERICOLO “TDT” ALLA PAURA DI RIMANERE SENZA…

È doveroso, prima di sottolineare il successo lampante della campagna abbonamenti che in soli tre giorni sta battendo ogni record di categoria, pensare che il prezzo di 25€ per una tessera stagionale in Curva Nord sia sostanzialmente un regalo che molti tifosi hanno deciso volentieri di accettare. Prezzi stracciati a parte, 4.300 abbonamenti venduti in circa 80 ore (per una media, notti comprese, di 53 tessere all’ora) sono un dato che ha giustamente richiamato l’attenzione della stampa nazionale e internazionale, e che ha gettato litri e litri di benzina sulla fuoco dell’entusiasmo crociato. Fin dall’inizio della campagna abbonamenti abbiamo “intercettato” gli umori e i dubbi dei tifosi crociati, che si concentrano su tre fronti che cercheremo di analizzare.

E SE LA CURVA SI ESAURISCE E RESTO SENZA ABBONAMENTO? – Molti tifosi che per qualsivoglia ragione non hanno la possibilità di acquistare il proprio abbonamento online, coltivano la seria preoccupazione che gli abbonamenti di Curva Nord possano esaurirsi prima che venga aperta anche la vendita al Tardini o abbonamenti-con-filtropresso le filiali di Cariparma. Anche questa mattina abbiamo verificato che la risposta che abbiamo già dato a molti lettori fosse quella giusta: non c’è alcun pericolo, perchè di sicuro almeno una fetta delle tessere di Curva Nord sarà riservata proprio alla vendita fisica che dovrebbe partire da martedì. Ovviamente poi bisognerà fare in fretta, vista la velocità con la quale il numero di abbonamenti sta crescendo, ma non sarà possibile che i posti in Curva si esauriscono durante la vendita on-line. La velocità con la quale stanno procedendo le vendite, però, ha chiamato la società ad indire una serie di riunioni ancora in corso per capire come arginare la situazione, visto che inizialmente i posti disponibili per la curva avrebbero dovuto essere 4mila. Mentre vi stiamo scrivendo, quella cifra è stata già superata, visto che siamo a 4.142 tessere vendute. La capienza di tutta la Curva, senza le limitazioni stabilite inizialmente dalla società per rimanere dentro ai 7.500 posti disponibili, è di 6.500 posti. È molto probabile che a breve venga bloccata la vendita online della Curva, permettendo così di avere a disposizione almeno un migliaio di posti disponibili per la vendita fisica al Tardini e nelle filiali di Cariparma. Di questo passo, in ogni caso, si fa sempre più concreta la possibilità di avere una Curva Nord esaurita dagli abbonati, con la conseguenza che non sarà possibile durante la stagione acquistare nessun biglietto per quel settore: è già successo in passato ad altre squadre. Questo, ovviamente, a meno che la società non stabilisca un numero di posti destinati alla libera vendita partita per partita.

SE SI SUPERANO I 7000 ABBONAMENTI COSA SUCCEDE CON LA TDT? – Non è un caso se, fin dall’inizio, vi abbiamo consigliato di inserire i nominativi corretti durante l’acquisto del proprio abbonamento: se gli abbonati dovessero superare quota 7000 (ed attualmente è un “pericolo” concreto) entreranno in gioco tutte le restrizioni legate alla Tessera del Tifoso. Ecco che, quindi, biglietti ed abbonamenti dovranno essere nominali ed accompagnati dalla famigerata tessera. Questo provocherà qualche amara rinuncia (alcuni tifosi che hanno abbandonato lo stadio perchè decisi a non tesserarsi negli anni passati hanno acquistato il loro record-storicoabbonamento proprio perchè libero da Tdt), ed un complicato processo che dovrà far sì che tutti i dati di ciascun abbonamento sia verificato e coerente con le normative. Se ciò dovesse accadere, di sicuro ci sarà del lavoro extra per tutti, anche se c’è la possibilità che si possa risolvere tutto online. Di sicuro però la questione dovrà essere affrontata fin da subito con la massima serietà: solo durante la stesura di quest’articolo sono stati venduti 45 abbonamenti, e di questo passo…

GLI “ABBONAMENTI SIMBOLICI” ED IL RISCHIO CHE LA CURVA POI SIA SEMIVUOTA – Anche questo è un dubbio che moltissimi si stanno ponendo: visto che il prezzo è irrisorio, non è che molti tifosi da fuori Parma (che magari riescono ad essere presenti al Tardini solo qualche volte all’anno) hanno acquistato l’abbonamento e poi ci si ritroverebbe per assurdo con una Curva sold-out sulla carta, ma piena a metà viste le numerose assenze? Non abbiamo sottomano i dati concreti, ma c’è chi li ha visti e ci ha assicurato che una percentuale altissima di quelli che hanno già acquistato il loro abbonamento sono parmigianissimi, sia di fede che di residenza. E questa, se confermata, sarebbe una notizia che metterebbe ancora più in risalto l’entusiasmo che si respira a Parma verso questa rinascita, che potrebbe riavvicinare al Tardini molte persone che, per un motivo o per l’altro, avevano deciso qualche anno fa di prendersi una “pausa di riflessione”. Anche per loro, dunque, sarebbe un nuovo inizio, anche se c’è sempre il pericolo che molti di questi abbonamenti siano stati fatti anche per famigliari o amici che poi lo Stadio potrebbero frequentarlo con il contagocce. Il Parma, dunque, dovrà riuscire a coinvolgere fin dall’inizio tutti quanti, scettici compresi.