LE 10 COSE DA FARE ASPETTANDO IL 28 MAGGIO

Mancano 50 ore esatte al momento in cui l’Alta Corte del Coni si riunirà per valutare il ricorso del Parma per ottenere la Licenza Uefa. Un’attesa interminabile. Ecco alcuni consigli per ingannare l’attesa e cercare di mettere da parte l’ansia.

10coseaspettando28maggioLE 10 COSE DA FARE ASPETTANDO IL 28 MAGGIO:

1- Ripensare allo stato d’animo provato alla notizia del rigore assegnato al Torino, e a come l’umore sia cambiato radicalmente dopo qualche minuto. Tutto può succedere, anche quando sembra che non ci siano speranze.

2- Telefonare al proprio commercialista ogni venti minuti per chiedere rassicurazioni.

3- Per chi non ha un proprio commercialista, aprire le pagine gialle di Parma e provincia e telefonare ciclicamente a tutti gli iscritti alla categoria.

4- Pensare intensamente a Frattini e sperare che si trasformi in Rosati.

5- Evitare di pensare che quei famosi dieci giocatori che hanno chiesto un anticipo potrebbero far parte della rosa del Nova Gorica, che l’Europa League la farà al 100%.

vedocommercialistiovunque6- Sperare che l’ex moglie di De Santis telefoni a Ghirardi il 28 sera e gli dica: “Ho fatto un’opera d’arte (cit.)”.

7- Parlare con la società e cercare di inserire Molinaro nel pool di avvocati. La sua serietà da impiegato delle Poste potrebbe risultare decisiva.

8- Convincere Ghirardi a compiere un attentato alla sede dell’Uefa senza l’utilizzo di bombe, bensì di bomboloni alla crema.

9- Stampare una gigantografia di Abete e lanciargli 300mila freccette. Calcolando i tempi l’ultima freccetta verrà scagliata proprio al momento della pubblicazione della sentenza. Non sono però ammesse pause pranzo.

10- Incrociare tutto quello che si possiede: le dita, le gambe, le braccia, gli animali domestici tra di loro. Ecco, quando arrivate ai figli fermatevi…